Arancia a spicchi per frenare la fame nervosa

Arancia200Sxc1097244_46620521[1]D’inverno le arance, che aiutano a prevenire i tumori, sono imperdibili anche perché regalano all’organismo tanti benefici: tengono lontani influenza e raffreddore, migliorano l’elasticità della pelle, proteggono il cuore, allontanano la fame, sono ideali per la dieta…

CONTRO RAFFREDDORE E INFLUENZA
Le arance ti aiutano a prevenire i malanni di stagione, dal raffreddore all’influenza, e ad accorciare i tempi di guarigione se ti ammali. «Merito della vitamina C che rinforza le nostre difese immunitarie, contrastando più efficacemente le aggressioni esterne dei virus».

Una bella spremuta di arancia è un toccasana: ma attenzione, le spremute sono da bere subito. Al contatto con l’aria, infatti, i composti antiossidanti perdono il loro potere benefico: dopo un’ora, la spremuta è già scarica. I succhi pronti all’arancia? Perdono parte delle sostanze del frutto, ma se vai di fretta prova quelli nel banco frigo del supermercato o i succhi 100% da tenere in dispensa (controlla che si tratti di succo senza zuccheri aggiunti). 

meglio+non+sò7837PELLE E CUORE AL SICURO
C’è anche un effetto estetico, che non guasta. «Il succo dell’agrume idrata e contiene caroteni, precursori della vitamina A, che aiutano a mantenere giovane la pelle». «Inoltre ci sono i flavonoidi che intervengono, assieme alla vitamina C, nella ricostituzione del collagene del tessuto connettivo e, concorrono a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, come ha evidenziato uno studio che arriva dalla Sicilia e che prende in considerazione le arance rosse, pubblicato dall’American Journal of Clinical Nutrition». 

SPICCHI PER CHI È A DIETA
Mangiata come spuntino, l’arancia frena gli attacchi di fame nervosa, specialmente se non si tolgono tutte le pellicine biancastre dalle fette, che forniscono molta fibra. Insomma: meglio non essere troppo meticolosi quando si sbuccia .

decotto_arancia_cannella[1]Circa la metà della pectina (fibra) si trova nell’albedo, la parte bianca che riveste internamente la scorza. Quindi se cerchi un effetto dimagrante, preferisci il frutto a spicchi (puoi anche provarlo in insalata con il finocchio) perché, rispetto alla spremuta, contiene maggiore quantità di fibra. «Inoltre l’apporto calorico delle arance è molto basso, circa 34 calorie per 100 grammi». «Quasi il 90% dell’arancia è costituito da acqua, a cui poi si aggiungono alcuni zuccheri semplici, mineralivitamine, fibre e acidi organici, tra cui l’acido citrico, molto importante perché entra nei processi metabolici di produzione dell’energia cellulare, specialmente a livello dei muscoli: negli sportivi può migliorare o prolungare la performance».

DECOTTO PER DIGERIRE
Se lo stomaco brontola, puoi usare la scorza d’arancia per un decotto digestivo. Basta mettere una buccia ammollo in 100 ml d’acqua bollente (in questo caso, scegli arance biologiche in modo che la buccia degli agrumi non sia trattata).

Fonte: ok salute

Annunci