Sicurezza alimentare. Al via progetto ‘Safety for Food’, piattaforma per traccaibilità filiera

la_comunicazione_tra_gli_uomini_della_filiera[1]L’iniziativa è stata sviluppata da Penelope SpA con la consulenza di Cisco Italia. L’obiettivo è quello di  governare, tracciare e gestire in modo più efficace tutti i processi che devono garantire la salubrità di ciò che arriva in tavola, consentendo una azione preventiva

Un progetto di una piattaforma tecnologica, chiamata ‘Safety for food’ che ha come obiettivo primario la realizzazione di una “banca dati mondiale” della sicurezza alimentare che consenta all’intera filiera agro-alimentare, agli enti preposti ed in ultima analisi anche ai consumatori di ottenere una completa tracciabilità delle produzioni, secondo regole e standard internazionali in materia di sicurezza, qualità e origine degli alimenti. L’iniziativa è stata presentata oggi presso il Ministero per le Politiche Agricole e Forestali.
Safety For Food (S4F) è operata da Penelope SpA, società italiana di servizi e consulenza ICT con una ampia esperienza nel settore dell’industria alimentare. Penelope SpA ha sviluppato la piattaforma ValueGo® con la consulenza di Cisco Italia, che ha creato al suo interno una unità di business dedicata a collaborare con le aziende italiane di eccellenza per realizzare soluzioni tecnologiche mirate, che rispondano in modo completo ad esigenze specifiche di alcuni settori.

pomodoro-qr-code-520x247[1]“Con Safety For Food – sottolinea una nota – si è trovato nel tema della qualità e sicurezza alimentare il perno per offrire una piattaforma tecnologica in grado di generare molteplici opportunità per il Paese – a partire da un settore che veicola in tutto il mondo attraverso la sua produzione il valore del Made In Italy – e a beneficio di consumatori che oggi riconoscono sempre più un valore fondamentale nella tracciabilità “dal campo al piatto” di ciò che portano sulla propria tavola”.

Safety For Food offre uno strumento per governare, tracciare e gestire in modo più efficace tutti i processi che devono garantire la salubrità di ciò che arriva in tavola, consentendo di impostare una azione per la sicurezza alimentare “preventiva”, basata sulla condivisione completa, resa possibile e gestibile attraverso la tecnologia, delle informazioni generate in ogni punto della filiera: dalla produzione, alla lavorazione, ai passaggi distributivi, al punto vendita. La piattaforma, infatti, coniuga al suo interno le migliori pratiche in tema di controllo della qualità degli alimenti (strumenti, parametri, metodologie di analisi etc.) con le più avanzate tecnologie di collaborazione (diagnostica, tracciabilità, connettività, comunicazione) e consente quindi di creare una base di conoscenze comune accessibile a tutti gli attori della filiera.

Il modello di sistema, ed in particolare Safety For Food, potrà trovare naturale applicazione nell’ambito di Expo Milano 2015. Quest’ultima, infatti, sarà focalizzata, per la prima volta nella sua storia, sul tema della “food safety and food security”, e si candida quale “laboratorio” istituzionalmente deputato a livello mondiale per affrontare in maniera sistemica ed integrata le problematiche globali in tema di sicurezza e prevenzione dei rischi alimentari.

Fonte: quotidiano sanità

Annunci