STAGIONALITA’- NOVEMBRE: Uva

uva_proprieta[1]L’ uva è molto ricca di zuccheri direttamente assimilabili (glucosio, levulosio, mannosio); contiene inoltre acidi organici, sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio, manganese, magnesio, iodio, silicio, cloro, arsenico), vitamine A, del gruppo B e C, tannini (nella buccia), polifenoli. Occorre però ricordare che la composizione e il gusto dell’ uva variano molto secondo la zona di produzione, le condizioni climatiche e la varietà.

È indicata in caso di anemia e affaticamento, uricemia e gotta, artrite, vene varicose, iperazotemia, malattie della pelle.

L’ uva ha proprietà antiossidanti e anticancro, dovute soprattutto al contenuto di polifenoli e di resveratrolo, presente nella buccia dell’ uva nera; ha inoltre proprietà antivirali, grazie al contenuto di acido tannico e di fenolo, in grado di contrastare il virus dell’herpes simplex (applicazioni di succo d’ uva o di mosto sulle labbra affette da herpes ne velocizzano la guarigione).

L’uva ha un’azione terapeutica soprattutto per la pelle: essendo ricca di alfa-idrossi-acidi ne migliora l’aspetto rendendola più giovane e luminosa, favorendo anche il trattamento delle macchie senili. Inoltre, è di aiuto anche per combattere la tendenza all’acne e la pelle grassa. Riducendo gli acini a purea e applicandoli sul viso e collo si vedrà un immediata azione astringente e rivitalizzante.

Pur essendo un autentico concentrato di proprietà amiche del benessere, un consumo eccessivo di uva non è indicato per coloro che soffrono di diabete, obesità, colite o per bambini troppo piccoli, sia per il quantitativo di zuccheri che per quello di cellulosa contenuta nella sua buccia, che andrebbe sempre masticata molto bene per evitare problemi gastro-intestinali.

Ricetta di stagione

DESSERT DI UVA ALLA VANIGLIA CON SALSA DI FICHI E PESCA – per 4 persone

Ingredienti

i_p1_e34_u63484074006118_thumb0[1]500 g di uva
– 100 g di lamponi
– 8 fichi
– 1 pesca bianca
– 1 limone
– 8 meringhe
– ½ bacca di vaniglia

Preparazione

– Grattugiate un po’ di scorza del limone e spremetene il succo. Pelate la pesca e tagliatela a pezzetti, poi irroratela con la metà del succo di limone.

– Dividete a metà gli acini d’uva, levate i semi e sistemateli in una ciotola. Conditeli con la scorza del limone, il suo succo rimanente e la bacca di vaniglia divisa in 3-4 pezzi. Mescolate, coprite e lasciate marinare per 30 minuti al fresco.

– Sbucciate i fichi e in un piatto schiacciateli, poi frullateli finemente insieme alla pesca fino a ottenere una crema profumata.

– Tagliate i lamponi a metà per il lungo; sbriciolate le meringhe.

– Distribuite l’uva senza la vaniglia in 4 coppette o bicchieri di vetro, ricopritela con la crema (oppure posate l’uva sopra la crema, come nella foto), cospargete le meringhe e finite con i lamponi. Servite subito il dessert.

Annunci