Cacao: un alleato contro l’invecchiamento del cervello

cacao in polvereIl cacao fa bene alla memoria e previene il declino cognitivo. Infatti, consumare quotidianamente i flavonoli del cacao all’interno di una dieta bilanciata e controllata dal punto di vista calorico può frenare il declino cognitivo che ogni anno interessa il 6% degli over 70 con problemi di memoria, anticamera dell’Alzheimer. 

A sostenerlo  uno studio italiano pubblicato sulla rivista ‘Hypertension’ e sul sito dell’Aifa. L’indagine ha riguardato 90 anziani con lieve declino cognitivo che sono stati suddivisi in tre gruppi e ogni giorno hanno ricevuto per 8 settimane dosi diverse di bevanda con flavonoli del cacao:  990 milligrammi (dose alta), 520 mg (media) o 45 mg (bassa). Per ottenere risultati più attendibili, dalla dieta degli anziani è stata eliminata ogni altra fonte di flavonoli, sostanze antiossidanti contenute ad esempio in te’, uva, vino rosso e mele.

Il test ha dunque rivelato che chi assumeva  dosi medio-alte di flavonoli del cacao mostrava performance migliori in termini di funzionalità cerebrale, memoria a breve e a lungo termine, velocità di pensiero e capacità cognitiva complessiva, rispetto a chi ne consumava meno. I ricercatori hanno inoltre osservato una riduzione della pressione sanguigna, dello stress ossidativo e dell’insulino-resistenza, cioe’ la ridotta reattivita’ all’ormone controlla-zuccheri, condizione legata al rischio di diabete.

Antiossidanti e polifenoli contenuti nel cioccolato in polvere aiutano inoltre a prevenire il cancro ed i problemi cardiovascolari, come evidenziato da uno studio condotto dall’Hershey Center for Health & Nutritione pubblicato sul Chemistry Central Journal.
Come ha spiegato Debra Miller, autrice dello studio, “i semi di cacao sono un super-frutto che fornisce un valore nutritivo che va oltre la loro composizione di macronutrienti”.

Le proprietà del cacao vengono mantenute anche nelle tavolette di cioccolato fondente, che contengono più flavonoidi dei succhi di frutta presi in considerazione mentre da evitare è la cioccolata calda, il cui processo di preparazione distrugge quasi tutte le sostanze benefiche per la salute.

Fonte: informasalus.it

Annunci