Ananas – Un frutto dalle molteplici proprietà

La Bromelina

Le virtù terapeutiche dell’ananas sono dovute per lo più alla presenza della Bromelina. Con questo nome vengono identificati due enzimi proteolitici ovvero proteine in grado di degradare altre proteine in aminoacidi. La prima delle due forme è stata individuata all’interno del frutto dell’ananas, mentre la seconda è stata rinvenuta nel gambo. Oggi, a livello di industria farmacologica, quella più utilizzata è quella del gambo, poichè maggiormente concentrata, ma le virtù ed i benefici sono identici. La Bromelina è molto indicata per terapie antiinfiammatorie, soprattuto per stati infiammatori dei tessuti molli associati a traumi. Nel trattamento di queste patologie risulta assai più indicata dei FANS (farmaci antiinfiammatori non steroidei) in quanto riduce di molto il pericolo di eventuali danni gastrointestinali. E’ inoltre nota la sua azione antitrombotica, ipotensiva e la capacità di solubilizzare le placche arterosclerotiche.  Come detto, oltre che a livello farmacologico, tale sostanza è presente nel frutto fresco ma viene distrutta dal calore, quindi se ne perde ogni beneficio nelle marmellate, crostate ed ogni prodotto proveniente dalla cottura. Altre caratteristiche della Bromelina e dell’ananas in generale,  forse più attinenti al campo alimentare, sono la capacità di accelerare il metabolismo, l’effetto diuretico, digestivo e l’aiuto nei problemi di ritenzione idrica

Ananas e digestione
Sin dal 18° secolo sono note la proprietà dell’ananas ed infatti fin da allora alla fine di pasti abbondanti o in casi di digestione difficile, ne è sempre consigliato il consumo, in quanto semplifica la digestione e l’assimilazione delleproteine, in particolar modo quelle della carne. Aiuta anche a prevenire il gonfiore intestinale, mitigando i sintomi di bruciori e disordini gastrici, specialmente se associato ad altri integratori e/o enzimi per la digestioni di amidi e lipidi.

Ananas e cellulite
Un’eccessiva ritenzione idrica nei tessuti sottocutanei associata a depositi di grassi, determi la formazione della classica pelle “a buccia di arancia” e della cellulite. La bromelina è uno dei componenti maggiormente utilizzati negli integratori e prodotti specifici per combatterla, ed è stato dimostrato da molti studi scientifici che, la sua somministrazione sia orale che topica, può essere molto utile per combatterne gli effetti. Infatti questa sotanza, avendo proprietà antiinfiammatorie, ed essendo la cellulite provocata proprio da una infiammazione della cellula, agendo con il meccanismo di tipo proteolitico, facilita il drenaggio del focolaio infiammatorio e riassorbe il travaso emorragico. 

Composizione chimica

valore per 100g

Parte edibile (%): 57
Acqua (g): 86.4
Proteine (g): 0.5
Lipidi(g): 0
Colesterolo (mg): 0
Carboidrati disponibili (g): 10
Zuccheri solubili (g): 10
Fibra totale (g): 1
Fibra solubile (g): 0.15
Fibra insolubile (g): 0.83
Energia (kcal): 40
Energia (kJ): 165
Sodio (mg): 2
Potassio (mg): 250
Ferro (mg): 0.5
Calcio (mg): 17
Fosforo (mg): 8
Tiamina (mg): 0.05
Riboflavina (mg): 0.01
Niacina (mg): 0.2
Vitamina A retinolo eq. (µg): 7
Vitamina C (mg): 17


Annunci