Proprietà terapeutiche dell’olio d’oliva

L’olio di oliva inserito nel contesto della dieta mediterranea ha riconosciute proprietà terapeutiche. Una serie di lavori scientifici internazionali evidenzia come l’olio d’oliva o meglio l’olio extravergine d’oliva, componente cardine della dieta mediterranea, presenta delle proprietà cardioprotettive.
Tra i meccanismi di cardioprotezione vi è la diminuzione dell’attivazione del NF-kappaB nelle cellule (proteina coinvolta nei processi infiammatori); la capacità antinfiammatoria è dovuta alla presenza dei polifenoli che ritroviamo anche nel vino, nel tè, in vari frutti e nella verdura come anche nella cioccolata e negli altri prodotti del cacao e che hanno riconosciute capacità antiossidanti.

Tra questi composti fenolici nell’olio di oliva e nel vino ritroviamo il tirosolo che ha spiccate proprietà antiossidanti ben dimostrabili con la riduzione dell’ossidazione delle LDL-colesterolo (low density lipoprotein) o definito impropriamente “colesterolo cattivo” coinvolto nei processi di aterosclerosi.
Altri composti fenolici presenti nell’olio di oliva sono l’idrossitirosolo e oleuropeina, squalene ed acido oleico che hanno anch’essi dimostrato spiccata attività antiossidante.
In definitiva, la dieta mediterranea, ricca in olio extra-vergine d’oliva, riduce il rischio cardiovascolare, migliora il profilo lipidico, riduce i valori della pressione arteriosa, normalizza il metabolismo del glucosio e previene la patologia trombotica. Inoltre rallenta il declino delle funzioni cognitive nella demenza senile e nel morbo di Alzheimer.
Infine si è visto che nei paesi in cui l’olio di oliva è la maggiore sorgente di grassi si ha un’aspettativa di vita maggiore a quella registrata nei paesi in cui ciò non avviene.

Annunci