Il MIELE: proprietà terapeutiche

– Il miele, come trattamento topico, è molto utile nel favorire la cicatrizzazione delle ferite;

– Risultati sono stati dimostrati anche nel trattamento delle ustioni (in particolare  l’uso topico di miele concentrato ha portato ad una più veloce eradicazione dei  batteri patogeni, ha ridotto il periodo di terapia antibiotica);

– In ambito oncologico il miele riduce la pancitopenia (la riduzione di tutte le cellule  presenti nel sangue) ed ha ruolo importante nella comparsa della febbre da chemioterapia;

– Il miele ha rivelato moderati effetti antitumorali e pronunciati effetti antimetastatici;

– È inoltre un valido trattamento per la tosse e le difficoltà respiratorie in bambini con infezioni delle vie aeree superiori;

– Anche per l’igiene dentale il miele viene raccomandato. L’uso di chewingum al miele tre volte al giorno dopo i pasti principali riduce significativamente l’insorgenza della placca e delle gengiviti;

– Al momento attuale si può supporre che il miele abbia ruolo importante nella prevenzione della formazione di radicali liberi nei tessuti infiammatori;

– Il miele è un rimedio tradizionale per la dispepsia (condizione caratterizzata da sintomi quali: gonfiore, eruttazione, nausea, bruciore di stomaco);

– Il miele nel paziente diabetico è un valido sostituto dello zucchero con il vantaggiodi avere un indice glicemico (ossia la velocità con cui aumenta la glicemia dopo l’assunzione di 50 gr glucosio) inferiore rispetto al glucosio.

(Fonte: ADI 2010;2:40-43)

Annunci